L’inatteso

L’inatteso

L’inatteso

Alfonso Maurizio Iacono in dialogo con Giovanna Bernardini

giovedì 17 settembre, ore 17,30

live sul canale Facebook del Laboratorio del futuro

Proseguono gli incontri online del Laboratorio del futuro con alcuni degli intellettuali più importanti di questo momento. Giovedì 17 settembre, alle ore 17,30, è la volta del filosofo Alfonso Maurizio Iacono che interloquisce con Giovanna Bernardini, anch’essa studiosa di filosofia, tra i fondatori del Laboratorio.

L’inatteso è il titolo dell’incontro, in omaggio a colui che Iacono considera uno dei suoi maestri, Arnaldo Momigliano, il quale, riguardo alla storia, scriveva appunto: “La misura dell’inatteso è infinita”. Fosse allora la sbalorditiva promulgazione delle leggi razziali, che costrinsero Momigliano a riparare a Londra, o sia oggi la pandemia in cui siamo piombati, molti preferiscono chiudere gli occhi, non riconoscere. È una forma di autodifesa anche il comportamento di tanti negazionisti? È uno sfuggire per non vedere così come spesso accade nel mezzo delle grandi catastrofi, siano esse pestilenze o terremoti, quando prorompe quell’”inatteso”, protagonista, appunto, dell’intervento di Iacono?

Il dibattito potrà essere seguito sul canale Facebook del Laboratorio del futuro. Il pubblico potrà, come sempre, intervenire al termine dell’incontro.

Nato ad Agrigento nel1949, Alfonso Maurizio Iacono si è laureato nel 1972 a Pisa con Aldo Giorgio Gargani e Nicola Badaloni, perfezionato alla Scuola Normale Superiore, dal 2000 Ordinario di Storia della Filosofia. Studioso poliedrico si è occupato dei rapporti tra filosofia e antropologia, di epistemologia e degli intrecci fra le scienze naturali e le scienze storico-sociali, indagando sui temi della libertà, della democrazia, dell’apprendimento e della rappresentazione da un punto di vista cognitivo con un focus particolare ai temi dell’infanzia. Collabora con “Il Manifesto” e con altre testate e riviste.

0 0 vote
Article Rating