Il dramma umanitario che ha accompagnato le recenti ondate migratorie ha scosso le coscienze di tutti, ma parlarne l’attenzione rivolta ai sud del mondo, agli sbarchi sulle coste europee del  Mediterraneo o alle traversate dal Messico agli Usa significa affrontare il problema in modo parziale. Per questo il Laboratorio del futuro cerca di ampliare la prospettiva di analisi, osservando i processi demografici in un’ottica complessiva. La discussione non riguarda solo le questioni contingenti, ma i grandi movimenti globali, l’aumento della popolazione mondiale, la diminuzione delle nascite in molti paesi occidentali, l’invecchiamento di una parte della popolazione. Tali tematiche sono strettamente interconnesse con altri grandi temi planetari: la crisi ambientale, lo sviluppo delle tecnologie, la riduzione della necessità del lavoro umano.
L’approfondimento delle questioni demografiche in rapporto con altri temi contemporanei correlati consente di collocare il problema migratorio in una visione più larga e pacata, sottraendolo alle riduzioni semplificative  a cui spesso è soggetto.